I prescelti di Dioniso

El Sant Ambroeus

 

Un Marito Ideale, di Oscar Wilde, a Milán

 

di Igor Suozzo

 

El Sant Ambroeus, ovvero Un Marito Ideale a Milano, è il nostro adattamento in chiave moderna dell’omologo An Ideal Husband, celebre testo del 1895 di Oscar Wilde. Se nell’originale veniamo cortesemente accolti nelle lussuose stanze altoborghesi della Londra vittoriana, ora veniamo invece scaraventati senza preavviso nella frenetica movida milanese e nei suoi nebbiosi retroscena, in stanze dove nemmeno gli scheletri possono resistere all’asfissiante aria viziata di menzogna che abita i loro armadi. Ed è così che l’onorevole Ambrogio Citterio, uomo modello e – neanche a dirlo – marito ideale, all’improvviso viene forzatamente costretto a scendere da quel suo piedistallo privilegiato per raccogliere i pezzi della propria vita nella melma del proprio passato, scendendo a patti con le creature infìde che lo abitano. Ma è davvero il passato l’unico metro con cui dovremmo giudicare una persona? Può un solo ingenuo errore compromettere tutto ciò che di buono si è costruito?

 

In una società in cui l’opinione pubblica è sempre alla ricerca di nuovi colpevoli da incoronare e di vecchi idoli da sconsacrare, I Prescelti di Dioniso si propongono di prenderla sul ridere e magari offrire un qualcosa su cui discutere la sera a tavola, in famiglia o con gli amici, emettendo sentenze definitive verso il prossimo mentre ci spacciamo per quelli che poi, sotto sotto, non siamo. 

 

“Non mi sono venduto! Ho comprato il successo a caro prezzo. Tutto qui.”

ISCRIVITI

Registrazione Newsletter

Resta Aggiornato